la vita senza limiti

se ti è piaciuto metti un like

Tra ieri e oggi ho letto “la vita senza limiti” – la morte di Eluana in uno stato di diritto scritto da Beppino Englaro, quello che da oltre un anno sta in trasparenza nella mia immagine FB.

E’ stato davvero un eroe laico, così tosto forse perché veniva dalla Carnia. Ho capito perché la moglie Saturna, malata di cancro è rimasta fuori dalla vicenda. Ho capito quanta fatica e quanto dolore, sul piano personale, abbia vissuto scegliendo di non portare a casa Eluana e lasciarla morire come fanno tutti con il consenso di medici, istituzioni e della pubblica morale.

Una cosa non sapevo e ora la so: quello che una volta facevano gli anziani giunti alla fine, e che fanno i cani e i gatti, smettere di alimentarsi e lasciarsi morire, è un principio riconosciuto e applicato dalla scienza medica che a proposito di cure palliative sconsiglia la idratazione forzata che, a rene ormai malfunzionante, crea solo edemi diffusi ed aumenta la sofferenza.

Continuo a non capire Sacconi, ex socialista, e persona che per tanti versi stimo come “politico concreto”

se ti è piaciuto metti un like

Info su Claudio Cereda

nato a Villasanta (MB)il 8/10/1946 | Monza ITIS Hensemberger luglio 1965 diploma perito elettrotecnico | Milano - Università Studi luglio 1970 laurea in fisica | Sesto San Giovanni ITIS 1971 primo incarico di insegnamento | 1974/1976 Quotidiano dei Lavoratori | Roma - Ordine dei Giornalisti ottobre 1976 esame giornalista professionista | 1977-1987 docente matematica e fisica nei licei | 1982-1992 lavoro nel terziario avanzato (informatica per la P.A.) | 1992-2008 docente di matematica e fisica nei licei (classico e poi scientifico PNI) | Milano - USR 2004-2007 concorso a Dirigente Scolastico | Dal 2008 Dirigente Scolastico ITIS Hensemberger Monza | Dal 2011 Dirigente Scolastico ITS S. Bandini Siena | Dal 1° settembre 2012 in pensione | Da allora si occupa di ambiente e sentieristica a Monticiano e ... continua a scrivere
Questa voce è stata pubblicata in Costume. Contrassegna il permalink.

2 risposte a la vita senza limiti

  1. Claudio Cereda scrive:

    sulle persone e sulla politica non ragiono mai nello sile del “o con me o contro di me”. Nel caso di Sacconi lo stupore deriva dall’evidenziato pragmatismo che sulla bioetica viene invece rinnegato.
    Tra i socialisti italiani di valore metteri Neni, Lizzadri, Santi, Lombardi, Giolitti
    La lettura dei 2 volumi della storia d’Italia di Montanelli dedicati al fascismo e alla figura di Mussolini mi hanno permesso di rivedere alcuni giudizi su quel periodo, sul personaggio Mussolini e sul partito fascista con le sue sfaccettature, eccessivamente connotati dalla storiografia comunista che ho lungamente praticato, Il reale nella sua molteplicità è sempre complesso e per questo è bene guardarlo da punti di vista diversi. Si impara sempre.

  2. Maurizio Sem scrive:

    Mi stupisco per lo stupore riguardo Sacconi.Nel secolo scorso i socialisti in Italia hanno fatto più danni di tutte le guerre, le carestie e le calamità naturali messe insieme! Ricordo:
    -Mussolini era socialista
    -Berlusconi è figlio dei socialisti, partorito direttamente (dal dietro) da Craxi nella Milano degli anni 80
    -Elementi di altissimo spessore democratico come Cicchitto ed altri come la grandissima parte di F.I. vengono da quella sponda
    L’unica eccezione è S. Pertini, ma come si dice è quella che conferma la regola!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


+ 1 = otto

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>