ogni cosa a suo tempo

Napolitano, forse la vede oggi; i ministri non ne conoscono il testo, ma il Consiglio dei Ministri di domani vara un disegno di legge costituzionale per la riforma della giustizia.

Ogni cosa a suo tempo e dunque aspettiamo di vedere il testo, ma ci sono delle precondizioni di natura politica che vanno esaminate e ce ne renderemo conto da domani:

  1. ci si concentra sulla riforma della giustizia con legge costituzionale e si lascia perdere la pletora di provvedimenti ad personam?
  2. in Parlamento si intende seguire un percorso condiviso rispetto al quale si è disponibili ad accettare anche punti di vista diversi dai propri e, dall'altra parte, si è disponibili ad ascoltare il punto di vista dei magistrati senza esserne succubi?

Info su Claudio Cereda

nato a Villasanta (MB)il 8/10/1946 | Monza ITIS Hensemberger luglio 1965 diploma perito elettrotecnico | Milano - Università Studi luglio 1970 laurea in fisica | Sesto San Giovanni ITIS 1971 primo incarico di insegnamento | 1974/1976 Quotidiano dei Lavoratori | Roma - Ordine dei Giornalisti ottobre 1976 esame giornalista professionista | 1977-1987 docente matematica e fisica nei licei | 1982-1992 lavoro nel terziario avanzato (informatica per la P.A.) | 1992-2008 docente di matematica e fisica nei licei (classico e poi scientifico PNI) | Milano - USR 2004-2007 concorso a Dirigente Scolastico | Dal 2008 Dirigente Scolastico ITIS Hensemberger Monza | Dal 2011 Dirigente Scolastico ITS S. Bandini Siena | Dal 1° settembre 2012 in pensione | Da allora si occupa di ambiente e sentieristica a Monticiano e ... continua a scrivere
Questa voce è stata pubblicata in Politica interna e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


− tre = 4

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>