Romani e la cura del “buon padre di famiglia”

Monza non se lo meritava di finire nelle mani di gente così. Un mese fa ho dedicato un post alla situazione iniziale della campagna elettorale. Da allora sono saltate fuori tre notizie: due riguardano Paolo Romani e una i rapporti tra Lega e PDL. Le tre notizie arrivano tutte dallo stile un po' ruspante del sindaco uscente Mariani.

  1. Oggi: tra il maggio 2007 e il dicembre 2008 Paolo Romani si è fatto dare dal Comune di Monza 22 mila euro per rimborsi di spese al ristorante. Osservo che si tratta dell'assessore inutile e assente con delega all'expo, noto negli ambienti politici per non essere mai presente. Dice il Sindaco Mariani: ma c…., come si fa a presentare pranzi di domenica in giorni in cui non c'è stata nessuna iniziativa politica pubblica.
  2. Tre settimane fa: scandalo dei telefonini istituzionali; bollette per migliaia di euro. Romani è dentro con altri; ma la giornalista del Giornale di Monza chiama il telefonino di Romani; gli risponde una voce femminile (la figlia) che spiega che per cercare l'assessore bisogna fare un altro numero. Migliaia di euro al mese: ma dove telefonava la figlia?
  3. Qualche giorno fa: il Sindaco Mariani precisa che, tutto sommato, gli sta bene che il Piano del Territorio non sia andato in porto perché alcune scelte lui non le condivideva e gli sarebbero state imposte dal PDL. Il vero incarico di Romani a Monza era quello di "assessore alla Cascinazza". Per i non monzesi si può andare qui.

Sempre dai giornali di oggi leggo che l'ex sindaco Roberto Colombo (area PDL) è stato nominato presidente dell'AGAM (reti gas tra Monza e Como). Colombo dovrebbe essere un imprenditore. Cosa ci fa all'Agam? L'eterno ritorno.

 

COMMENTI

Info su Claudio Cereda

nato a Villasanta (MB)il 8/10/1946 | Monza ITIS Hensemberger luglio 1965 diploma perito elettrotecnico | Milano - Università Studi luglio 1970 laurea in fisica | Sesto San Giovanni ITIS 1971 primo incarico di insegnamento | 1974/1976 Quotidiano dei Lavoratori | Roma - Ordine dei Giornalisti ottobre 1976 esame giornalista professionista | 1977-1987 docente matematica e fisica nei licei | 1982-1992 lavoro nel terziario avanzato (informatica per la P.A.) | 1992-2008 docente di matematica e fisica nei licei (classico e poi scientifico PNI) | Milano - USR 2004-2007 concorso a Dirigente Scolastico | Dal 2008 Dirigente Scolastico ITIS Hensemberger Monza | Dal 2011 Dirigente Scolastico ITS S. Bandini Siena | Dal 1° settembre 2012 in pensione
Questa voce è stata pubblicata in Enti locali e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Romani e la cura del “buon padre di famiglia”

  1. monica motta scrive:

    Sul terzo punto: certo che ora il Sindaco Mariani per compiacere potenziali elettori nauseati dalla politica urbanistica di questi cinque anni precisa che “tutto sommato” la variante al PGT non gli stava bene. Dovrebbe però anche spiegare come mai allora lui e i suoi in Consiglio Comunale hanno sempre “tutto sommato” votato a favore !!!

  2. Alfredo Viganò scrive:

    Sulla stampa di qualche anno fa si era autodefinito “benefattore di Monza”.
    L’Assessore ministro ha fatto in realtà grandi danni dato che ha bloccato tutto in attesa della Cascinazza. Ho una slide che dice appunto che il PGT Faglia-Viganò non è attuabile (sic) fu presentato alla Giunta e non reso pubblico se no tutti ridevano. Ne ho una copia ( in Comune anche i Muri Parlano)
    Un giovane avvocato mi raccntava che nella sede di FI a Milano si trovavano ( non in Comune) personaggi eccellenti ( anche inquisiti) per decidere il destino della Cascinazza. Se è vera è esemplare. Ho chiesto in Consiglio a Monza: silenzio

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


sei − = 4

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>