mica solo nella scuola

Leggo su Il Corriere di oggi che gli amministratori di San Gimignano sono pronti alla protesta dura contro un provvedimento del governo che li obbliga a ridurre il personale di 20 unità su 70. Ma come? (dicono gli amministratori): il bilancio è in attivo, non abbiamo mutui, non incidiamo sul deficit pubblico. Siamo in attivo e il governo pochi mesi fa ci ha concesso, per questa ragione di uscire dal patto di stabilità.

Certo, dice il Sindaco, abbiamo meno di 8'000 abitanti, ma siamo San Gimignano con 3 milioni di presenze turistiche l'anno, il personale serve per quello e il bilancio in attivo deriva indirettamente da questa presenza turistica (si pensi solo agli introiti dei parcheggi fuori città).

L'episodio mi ha fatto pensare alla scuola; alla mentalità ragionieristica del centro destra di Tremonti (quello dei tagli lineari alla scuola e delle riforme fatte solo per risparmiare) e del governo Monti succeduta a quella spendacciona del centro sinistra e del pentapartito della I repubblica.

OK, dobbiamo risparmiare. Come si fa? Bisogna credere nella autonomia e nel decentramento. Fidarsi dei dirigenti e responsabilizzarsi. L'ho scritto molte volte: nella scuola si potrebbero ritagliare risorse per la governance dell'istituzione scolastica (almeno 2 docenti uno che si occupi di didattica e l'altro di organizzazione e di apertura al territorio), allargare l'offerta formativa e risparmiare sugli sprechi connessi al fatto che tutto è parametrato e tutto (personale e risorse) arriva dall'alto. Insomma una operazione più che a costo zero in cui il DS si giochi sull'organico e possa salvaguardare i migliori.

Conosco l'obiezione. Ma i DS non sono in grado di … Nessuno nasce imparato, ma tutti possono migliorare. Dico di più, facciamolo in via sperimentale. Chi ci sta avrà risorse e rischierà di suo. Naturalmente, oltre che risorse e responsabilità servirà qualche potere.

Questo è quello che mi aspetto dai tecnici e dalla nuova politica; altro che le dimissioni della Minetti.

 

Info su Claudio Cereda

nato a Villasanta (MB)il 8/10/1946 | Monza ITIS Hensemberger luglio 1965 diploma perito elettrotecnico | Milano - Università Studi luglio 1970 laurea in fisica | Sesto San Giovanni ITIS 1971 primo incarico di insegnamento | 1974/1976 Quotidiano dei Lavoratori | Roma - Ordine dei Giornalisti ottobre 1976 esame giornalista professionista | 1977-1987 docente matematica e fisica nei licei | 1982-1992 lavoro nel terziario avanzato (informatica per la P.A.) | 1992-2008 docente di matematica e fisica nei licei (classico e poi scientifico PNI) | Milano - USR 2004-2007 concorso a Dirigente Scolastico | Dal 2008 Dirigente Scolastico ITIS Hensemberger Monza | Dal 2011 Dirigente Scolastico ITS S. Bandini Siena | Dal 1° settembre 2012 in pensione | Da allora si occupa di ambiente e sentieristica a Monticiano e ... continua a scrivere
Questa voce è stata pubblicata in Enti locali, Scuola e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


7 − = cinque

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>