Moro, noi e gli altri

A 35 anni di distanza mi vengono in mente queste cose:

1) la tragedia sua e della sua famiglia

2) la tragedia di tutte le vittime degli assassini che parlavano di geometrica potenza  o di  geometrica perfezione

3) l'abisso che separava e separa la cultura di alcuni padri della repubblica dai nani che si vedono in giro

4) il fatto che il pugno chiuso e la bandiera rossa non possono stare sia al funerale di Moro sia a quello di Prospero Gallinari

5) la figura di Guido Rossa: pragmatico, alpinista, comprensivo ma fermo – oggi pressoché dimenticato

6) il tema della contiguità che, attraverso piccoli cambiamenti e piccole connivenze ti fa passare dal socialismo alle peggiori efferatezze.

Di queste cose ho scritto in alcuni post dedicati a film, ma non solo, che vi ripropongo. Buona lettura.

 

COMMENTI

Info su Claudio Cereda

nato a Villasanta (MB)il 8/10/1946 | Monza ITIS Hensemberger luglio 1965 diploma perito elettrotecnico | Milano - Università Studi luglio 1970 laurea in fisica | Sesto San Giovanni ITIS 1971 primo incarico di insegnamento | 1974/1976 Quotidiano dei Lavoratori | Roma - Ordine dei Giornalisti ottobre 1976 esame giornalista professionista | 1977-1987 docente matematica e fisica nei licei | 1982-1992 lavoro nel terziario avanzato (informatica per la P.A.) | 1992-2008 docente di matematica e fisica nei licei (classico e poi scientifico PNI) | Milano - USR 2004-2007 concorso a Dirigente Scolastico | Dal 2008 Dirigente Scolastico ITIS Hensemberger Monza | Dal 2011 Dirigente Scolastico ITS S. Bandini Siena | Dal 1° settembre 2012 in pensione
Questa voce è stata pubblicata in Etica, Storia, Terrorismo e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


cinque − 2 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>