Relatività generale e geometrie non euclidee

E' dura trattare didatticamente di un argomento che si conosce solo in termini di divulgazione (per quanto alta) e d'altra parte in un corso di introduzione alla fisica e alle sue ragioni il livello è quello.

Faticoso scrvere e faticoso rivedere. Se ne sai per 10'000 è facile e bello far emergere 100; ma se ne sai per 120 è difficile produrre 100. Questo l'ho appreso in anni di esperienza di insegnamento.

Questa è la pagina del corso con le note di aggiornamento e questo è il file sulla Relatività generale, ma anche sulle geometrie non euclidee.

 

COMMENTI

Info su Claudio Cereda

nato a Villasanta (MB)il 8/10/1946 | Monza ITIS Hensemberger luglio 1965 diploma perito elettrotecnico | Milano - Università Studi luglio 1970 laurea in fisica | Sesto San Giovanni ITIS 1971 primo incarico di insegnamento | 1974/1976 Quotidiano dei Lavoratori | Roma - Ordine dei Giornalisti ottobre 1976 esame giornalista professionista | 1977-1987 docente matematica e fisica nei licei | 1982-1992 lavoro nel terziario avanzato (informatica per la P.A.) | 1992-2008 docente di matematica e fisica nei licei (classico e poi scientifico PNI) | Milano - USR 2004-2007 concorso a Dirigente Scolastico | Dal 2008 Dirigente Scolastico ITIS Hensemberger Monza | Dal 2011 Dirigente Scolastico ITS S. Bandini Siena | Dal 1° settembre 2012 in pensione
Questa voce è stata pubblicata in Scienza e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Relatività generale e geometrie non euclidee

  1. Lucio scrive:

    Buongiorno,
    Innanzitutto mi devo complimentare per il suo lavoro che ha svolto, e che continua a fare, per trasmetttere alle generazioni il pensiero scientifico.
    Ogni tanto mi " diverto" a girare per il web per approfondire temi che nel tempo non ho mai avuto modo di approfondire nel passato.
    Casulmente ho letto velocemente il suo articolo sulla RG ( corso di Fisica Generale) e lo ho trovato ben fatto . Le segnalo però che ho trovato una incongruenza a pag 12 ( 5.3.5  ) quando riferendosi alla figura si parla di curvatura a due dimensione del toro.
    Se non erro il toro è una superficie a due dimensioni avente sia curvatura positiva ( lato esterno della ciambella ) che curvatura negativa ( lato interno). Se la mia interpretazione è sbaglaita me ne scuso in anticipo.
    La saluto cordialmente
    Lucio
     
     

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


6 + sei =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>