affidamento in prova

Sono già intervenuto su FB, ma ascoltando i TG e consultando i giornali on line vedo che, apparentemente, è normale che uno che è stato condannato a 4 anni (ma l'evasione fiscale fu ben più importante e lunga di quella per cui è stato perseguito) venga indultato di 3 e possa così accedere alle pene alternative.

Beh almeno quelle ci saranno … invece salta fuori che l'affidamento ai servizi sociali in realtà comporta qualche incontro con una assistente sociale e, molto spesso, nient'altro perché il tribunale di sorveglianza è oberato e il servizio sociale penitenziario anche.

Oggi, sui media, è girata la voce che Berlusconi avesse proposto di comperarsi una cascina, inventarsi una attività sociale e stare poi lì ad espiare in veste di benefattore. Spero che sia stata una cattiveria perché se fosse vera … Sono andato su Wikipedia per documentarmi e, se non ho capito male, la legge dice molto poco sul merito del cos'è questo affidamento in prova.

E allora la dico tutta, e quel che dico non riguarda il signor B. ma anche tutti gli altri che sono sfilati in tribunale prima di lui.

  • se l'affidamento ai servizi sociali non comporta una attività continuativa e socialmente utile è una buffonata;
  • se l'affidamento ai servizi sociali viene deciso non entro un mese dalla condanna, ma molti mesi dopo, non ci siamo
  • se l'affidamento ai servizi sociali consente al condannato di avanzare una sua proposta, per la serie ti faccio un piacere, non ci siamo
  • se in una stessa giornata si esaminano 100 pratiche non ci siamo perché nè il condannato nè il giudice giocano un ruolo: si tratta di mettere un timbro su una cosa decisa da altri e con altri tempi; e allora diciamolo e spieghiamo anche perché ci vogliono dei mesi per decidere
  • se Berlusconi abita ad Arcore, visto che nel raggio di 10 km da villa San Martino (nel vimercatese e nel monzese) è un fiorire case di riposo e di istituti per l'handicap, se ne scelga una e poi per 11 mesi ci vada almeno 5 pomeriggi la settimana scegliendo, se preferisce, la mattina o il pomeriggio;
  • se dopo diversi mesi il tribunale ha bisogno di altri 5 o 15 giorni per decidere: NON CI SIAMO !

 

 

Info su Claudio Cereda

nato a Villasanta (MB)il 8/10/1946 | Monza ITIS Hensemberger luglio 1965 diploma perito elettrotecnico | Milano - Università Studi luglio 1970 laurea in fisica | Sesto San Giovanni ITIS 1971 primo incarico di insegnamento | 1974/1976 Quotidiano dei Lavoratori | Roma - Ordine dei Giornalisti ottobre 1976 esame giornalista professionista | 1977-1987 docente matematica e fisica nei licei | 1982-1992 lavoro nel terziario avanzato (informatica per la P.A.) | 1992-2008 docente di matematica e fisica nei licei (classico e poi scientifico PNI) | Milano - USR 2004-2007 concorso a Dirigente Scolastico | Dal 2008 Dirigente Scolastico ITIS Hensemberger Monza | Dal 2011 Dirigente Scolastico ITS S. Bandini Siena | Dal 1° settembre 2012 in pensione | Da allora si occupa di ambiente e sentieristica a Monticiano e ... continua a scrivere
Questa voce è stata pubblicata in Etica, Istituzioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


5 × due =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>