tutto in regola tranne la sostanza

se ti è piaciuto metti un like

Mi sono imbattuto ieri, quasi per caso, nella notizia relativa alla eredità di Margherita Hack e alla fine avevo deciso di non farci nulla, data la delicatezza del tema. Poi ho visto che i giornali che ne parlano oggi sono aumentati e allora dico la mia.

La vicenda è la seguente: Margherita Hack (morta nel 2013) e il marito amatissimo Aldo De Rosa (morto nel 2014) da diversi anni venivano accuditi da una badante albanese Tatjana Gjergo che viveva con loro insieme alla figlia Eda (poi divenuta astrofisica e trasferitasi negli USA). Esistono numerose manifestazioni di affetto di Margherita Hack verso la badante diventata parte della famiglia e le sue preoccupazioni per la situazione del marito (affetto da Halzheimer – fonte Il Piccolo) si attenuavano pensando al fatto che Tatjana avrebbe continuato ad occuparsi di lui.

Nella foto qui a lato, che ho preso da Facebook, li vediamo tutti e quattro nel 2012 in occasione della cerimonia per i 90 anni di Margherita svoltasi in prefettura a Trieste. Si vede abbastanza bene la assenza di Aldo che, con la stampella, segue il disegno del tappeto indifferente a ciò che gli accade intorno (e basta guardare l'intera sequenza per rendersene conto).

Margherita Hack, prima della morte, fece due testamenti olografi successivi nei quali lasciava il suo patrimonio (un appartamento e circa 500 mila euro) tutto al marito con la clausola che alla sua morte l'appartamento e 100 mila euro venissero lasciati alla Gjergo e altre cifre ad associazioni animaliste.

La volontà della Hack era chiara e si basava sulla sua presunta incapacità del marito (di qui la scelta di disporre dei beni dopo la morte del marito nel momento in cui glieli lasciava in eredità). Un difetto di espressione della volontà che però creava un vincolo giuridico ineccepibile. Ed è stato così che 6 giorni dopo la morte di Margherita, Aldo De Rosa ha vergato un suo testamento molto breve nel quale lascia tutto (la casa e i 500 mila euro) alla signora Gjergo. Nulla andrà in beneficienza. Va precisato che su Aldo De Rosa era stato nominato un amministratore di sostegno, ma che egli non era mai stato dichiarato incapace di intendere e di volere.

Il caso è clamoroso perché si tratta di Margherita Hack, ma di casi del genere ne ho sentiti molti altri negli ambienti delle case di riposo per anziani (o di anziani assititi a casa) e in questi casi la parte dell'avvoltoio la fanno i preti che si fanno fare lasciti ad personam (nemmeno alla comunità parrocchiale) da anziane ormai proiettate verso il paradiso.

Purtroppo non c'è nulla da fare: i controlli sulla capacità di intendere e di volere non partono in automatico e in queste situazioni si mischiano affetto, buoni sentimenti e danaro con risultati esplosivi. Dalle ultime notizie sembra che Aldo fosse diventato insofferente al giro di amicizie animaliste della moglie. Sembra. Cosa sia successo nei 6 giorni tra la morte di Margherita Hack e il nuovo testamento non lo sapremo mai. Amen.

 

 

se ti è piaciuto metti un like

Info su Claudio Cereda

nato a Villasanta (MB)il 8/10/1946 | Monza ITIS Hensemberger luglio 1965 diploma perito elettrotecnico | Milano - Università Studi luglio 1970 laurea in fisica | Sesto San Giovanni ITIS 1971 primo incarico di insegnamento | 1974/1976 Quotidiano dei Lavoratori | Roma - Ordine dei Giornalisti ottobre 1976 esame giornalista professionista | 1977-1987 docente matematica e fisica nei licei | 1982-1992 lavoro nel terziario avanzato (informatica per la P.A.) | 1992-2008 docente di matematica e fisica nei licei (classico e poi scientifico PNI) | Milano - USR 2004-2007 concorso a Dirigente Scolastico | Dal 2008 Dirigente Scolastico ITIS Hensemberger Monza | Dal 2011 Dirigente Scolastico ITS S. Bandini Siena | Dal 1° settembre 2012 in pensione | Da allora si occupa di ambiente e sentieristica a Monticiano e ... continua a scrivere
Questa voce è stata pubblicata in Costume, Etica, Istituzioni e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a tutto in regola tranne la sostanza

  1. sean scrive:

    Ciao Claudio
    per ritornare al testamento Hack ho saputo dagli amici di Margherita che è stato bloccato il pagamento alla badante albanese. Vedremo gli ulteriori sviluppi. Per fortuna c'è qualcuno che ha visto lontano Mi pareva giusto informarti.
      ciao Sean

  2. sean scrive:

    Caro Claudio
    sono d'accordo con te , ci sono decine di persone pronte a testimoniare che le capacità intellettive  del povero Aldo, gia da tempo, erano compromesse. La cosa strana è che nessuno abbia deciso di vederci chiaro.
    Speriamo che, dopo il battage  mediatico, qualcuno cerchi di approfondire la situazione.
    un saluto  da Sean
     

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


− tre = 1

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>