imbecilli …

se ti è piaciuto metti un like

E’ chiaro che se l’è cercata! Io, nel mio piccolo, l’avevo sempre detto: “Questa furbetta ha organizzato tutto per farsi pubblicità e garantirsi un posto nel prossimo Grande Fratello!”.

E poi com’era ingenua! Le avevano detto “Bisogna aiutarli a casa loro” e lei cosa fa? Se ne va a vivere a casa loro, senza neanche il frigorifero e il tostapane! Ma nessuno le aveva spiegato che aiutarli a casa loro significa dargli la mancia per fare un po’ di foto esotiche insieme a loro, appena scesi dal bus con aria condizionata? (e aver cambiato le scarpe perché con quella polvere…).

E poi diciamocelo; va bene il gusto dell’avventura; in fondo è giovane e bisogna capirla, ma non diamo troppa fiducia a quelli lì. Sembrano i soliti negri gentili; ti fanno un sorrisino con i denti bianchi sullo sfondo di pelle scura, giusto per fare un po’ di contrasto nella foto, e poi di nascosto ti vendono al migliore offerente per fare un finto rapimento e prendersi la percentuale del riscatto… dai, lo sappiamo tutti come sono fatti!

E questa ingenua invece si è fidata di loro… o forse era d’accordo anche su questo? Vai a vedere che anche a lei arriverà la percentuale del riscatto, magari su un conto cifrato in Lussemburgo… ah, prendete nota: un giorno dovrete ammettere che io l’avevo detto!

Come hanno ragione quelli che urlano “Ci sei costata un mucchio di soldi!”. E’ vero, magari aggiungono qualche piccolo insulto e questo non è bello, ma bisogna capirli: sono giustamente incazzati per i loro sudati risparmi! Quei pochi soldi erano il frutto di una vita di lavoro…

Però che bello spettacolo di senso civico! E’ così raro in questo Paese vedere così tanta gente preoccupata per come si spende il denaro pubblico! Ora invece sembra di essere in un Cantone Svizzero: tutti i cittadini vogliono sapere che fine fa ogni centesimo delle loro tasse! Che bello pensare che finalmente tutti pagano le tasse fino all’ultimo euro e poi, giustamente, vogliono controllare come vengono spesi i loro soldi…

Beh, non facciamola troppo lunga; ormai la frittata è fatta e questa furbetta si godrà il suo successo! Speriamo solo che un giorno si penta di quello che ci ha fatto!

A noi resta solo sperare che altre ragazzine in cerca d’avventura non seguano l’esempio di questa sciagurata, ma si impegnino seriamente a cercarsi un buon marito qui, a casa loro. Solo così potremo dire che questa brutta storia di finti rapimenti sarà servita a qualche cosa di buono. Viva l’Itaglia!

se ti è piaciuto metti un like

Info su Roberto Ceriani

Roberto Ceriani, classe 1950, laureato in Fisica, dopo molti anni di insegnamento ha vinto il 1° concorso per Dirigente Scolastico e quindi, dopo aver fatto questo nuovo lavoro per alcuni anni, è andato in pensione per raggiunti limiti di età. Interviene spesso su Facebook su problematiche riguardanti il mondo della scuola. “Autore di libri di Fisica per Licei e di numerosi testi di divulgazione informatica. Formatore di insegnanti in Lombardia e nelle regioni del Sud. Ha lavorato 9 anni all’IRRSAE-IRRE Lombardia dove si è occupato di Progetti Europei di formazione docenti e di analisi statistiche di dati internazionali sugli apprendimenti (Progetto OCSE-PISA). Attualmente, per conto dell’Invalsi, si occupa di valutazione delle scuole italiane e, per conto dell’USR Lombardia, è impegnato nelle attività di valutazione dei Dirigenti Scolastici”
Questa voce è stata pubblicata in Corsivi, Costume e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


× 7 = venti otto

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>