tutti per uno uno per tutti – di Augusto Vegezzi

Cosa c'è di più francese dei Tre Moschettieri? E quindi, cosa c'è di più francese di Alexandre Dumas?

Eppure non tutti sanno che Dumas era un uomo di colore, come si direbbe oggi, o un mulatto come si diceva un tempo, o un meticcio, il prodotto di una risorsa, come direbbero alcuni mentecatti oggi.

Già, perché il padre, un generale della Rivoluzione Francese, era figlio di un marchese e di una schiava nera di Haiti, talmente fiero della sua discendenza che rinnegò l'altisonante nome paterno per il soprannome della madre, Marie du mas, "della masseria".

Fiero del suo retaggio era anche Alexandre stesso, di cui si racconta che nel corso di una disputa con un mentecatto dell'epoca che gli disse, con l'intenzione di offenderlo: "mio caro maestro, dovete ammettere di essere un nero, con tutto quel sangue nero che scorre nelle vostre vene!", rispose senza scomporsi: "Ma certamente. Mio padre era mulatto, mia nonna nera e mio bisnonno una scimmia. Come vedete, signore, la mia famiglia comincia dove la vostra finisce."

Come vedete, signori mentecatti che andate dicendo che la Coppa del Mondo è stata vinta dall'Africa, non conta da dove viene il sangue che scorre nelle vene per appartenere a una nazione, ma quanto si è capaci di dare per renderla grande (possibilmente senza spargere sangue).

Uno per tutti, tutti per uno!

Info su Augusto Vegezzi

Augusto Vegezzi (Piacenza 1932) è laureato in filosofia (estetica). è stato professare di Italiano e Storia, di Storia e Filosofia e infine preside; ha collaborato a Quaderni Piacentini, Altro Impegno, Quaderni rossi e Classe operaia. Nel 1969 a Milano ha co-fondato Lotta per la riforma della scuola. Ha progettato e scritto vari manuali: Gli Argomenti umani, con F. Fortini, Morano, un manuale di Storia per il Biennio, con G. Toffoli, Sansoni, e uno per il triennio, con M. Legnani e R. Parenti, Zanichelli, una Storia e Antologia della Letteratura italiana, con R. Parenti e I. Viola, Zanichelli. Ha diretto due collane della Morano e pubblicato note e articoli su Micromega, La Libertà, Piacentini. Si dedica alla narrativa e alla critica semeiotica d’Arte. "Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene così come sei. Quindi vivi come credi, fai quello che ti dice il cuore: la vita è un'opera di teatro che non ha prove iniziali. Canta, ridi, balla, ama....e vivi intensamente ogni momento della tua vita, prima che cali il sipario e l'opera finisca senza applausi."(Charlie Chaplin)
Questa voce è stata pubblicata in Corsivi, Cultura e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


− 3 = cinque

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>