la crisi della politica

image_pdfimage_print

Non ho mai negato il ruolo della complessità nel pensiero, nella cultura e nella scienza. Ma da qualche tempo sono preoccupato perché la complessità è stata sostituita dagli azzeccagarbugli.

In Europa i provvedimenti e le decisioni le prendono gli euro-burocrati che dicono alla Commissione cosa si fa e cosa non si fa.

La Corte Costituzionale interviene su questioni che non hanno rilevanza costituzionale ma corrispondono a scelte politiche e lo fa, dopo la sentenza sulle pensioni, contrattando con il governo la non retroattività della illegittimità del blocco contrattuale degli statali

A livello nazionale le leggi le scrivono i consiglieri di stato e sono sempre più complicate, soggette ad interpretazione e piene di articoli,commi e sottocommi

A livello regionale ogni assessore è circondato da schiere di funzionari e consulenti che decidono cosa si fa e cosa non si fa.

A livello comunale il potere è nelle mani dei funzionari e se prendi in mano una delibera fatichi a coglierne la sostanza e la motivazione in un mare di rinvii, di visto, di sentito, di considerato …… C'è sempre di tutto di più tranne la motivazione reale.

Se qualcosa non ti piace trovi sempre un TAR che ti dà ragione

E per finire la casta dei giornalisti si è assunta il ruolo di semplificatori del pensiero. A semplificare sono bravissimi: interpretano le pulsioni del momento. Basta tasse. Quello di Monti è stato il peggior governo del dopoguerra..

Secondo voi la riforma del catasto va fatta? Secondo me sì, ma dirlo è impopolare e allora si rinvia

Vi pare possibile che Odevaine passi indenne da Veltroni ad Alemanno a Marino a Zingaretti ? La vedo male.

 

Informazioni su Claudio Cereda

nato a Villasanta (MB)il 8/10/1946 | Monza ITIS Hensemberger luglio 1965 diploma perito elettrotecnico | Milano - Università Studi luglio 1970 laurea in fisica | Sesto San Giovanni ITIS 1971 primo incarico di insegnamento | 1974/1976 Quotidiano dei Lavoratori | Roma - Ordine dei Giornalisti ottobre 1976 esame giornalista professionista | 1977-1987 docente matematica e fisica nei licei | 1982-1992 lavoro nel terziario avanzato (informatica per la P.A.) | 1992-2008 docente di matematica e fisica nei licei (classico e poi scientifico PNI) | Milano - USR 2004-2007 concorso a Dirigente Scolastico | Dal 2008 Dirigente Scolastico ITIS Hensemberger Monza | Dal 2011 Dirigente Scolastico ITS S. Bandini Siena | Dal 1° settembre 2012 in pensione | Da allora si occupa di ambiente e sentieristica a Monticiano e ... continua a scrivere
Questa voce è stata pubblicata in Etica, Istituzioni. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.