MMTB09 Alto Merse Pentolina

Dal parcheggio di Monticiano (casa dell'acqua e negozio COOP nelle vicinanze) km 0 (P) si imbocca la strada provinciale 32 delle Pinete in direzione Iesa San Lorenzo. Dopo 700 metri, superato il cimitero si lascia la S.P. e si imbocca una strada vicinale a sterro km 0.7 (1).

Al km 1.7 (2) si incontra la strada proveniente dal Monte Quoio (poggio Camerata e buca della Brogia) si prosegue diritto su sentiero e , al km 2.4 (3) si riprende la S.P. Si prosegue lungo la S.P., si supera il ponte sulla Gonna e subito dopo si trova, sulla sinistra, l'imbocco della strada sterrata Monticiano Brenna (4) km 3.6 (segnavia bianco rossi dei sentieri RSMM1 e M2).

La si imbocca e dopo qualche centinaio di metri si arriva alla zona dei poderi Gonna 1 (a destra ammalorato) e Gonna 2 (sulla sinistra e ristrutturato) (5) al km 4.1. L'edificio del Gonna 2, ristrutturato dalla amministrazione provinciale di Siena è in attesa di apertura da parte del WWF come centro di ospitalità per l'escursionismo (camere, bar e ristorante).

Si supera il Gonna 2 e si prosegue in discesa sino al grande campo del Pian delle Tende (6) km 4.9 alla cui estremità NO si trova l'imbocco per la riserva dell'Alto Merse. Si imbocca lo stradello in direzione NO entrando in un bel bosco di querce.

Si procede in leggera discesa, si supera un punto di sosta attrezzato sino ad arrivare al ponte guado sul Merse (7) al km 5.4 (acque chete a monte con una zona utilizzata per le canoe sino alla confluenza della Gonna e oltre).

Superato il greto sassoso (si entra in territorio di Chiusdino) si procede su una bella strada sterrata, si lascia sulla destra la devizione del sentiero M1 delle gole del Merse (8) e si inizia a salire sino ai ruderi di Cà Vegia, probabilmente un vecchio edificio di età medioevale al servizio dell'antico insediamento di podere Mallecchi (9) km 6.3. Da qui la strada inizia a salire per circa 6 km. Nel primo km si procede avendo sulla sinistra un bosco scosceso nel cui vallone scorre la Merse di cui sentiamo scrosciare le acque.

Continuiamo a salire e giunti nei pressi di Sasso al Fischio al km 12.1 (10) incontriamo sulla destra una deviazione pedonale che consente di arrivare al fosso di Ricausa e ai resti di un antico mulino. Il percorso inizia a spianare con tratti in discesa sino a sbucare al km 15.7 (11) sulla strada comunale di Pentolina. A sinistra si va a Pentolina mentre a destra si sbuca sulla strada provinciale 73 per Montarrenti (Spannocchia e Castglion che Dio Sol Sa).

Prendiamo a destra ed in breve km 16.6 (12) arriviamo a Pentolina, già sede dell'omonimo feudo e ora trasformato in resort di lusso.     Da Pentolina si scende lungo una sterrata che porta verso il pian di Feccia sino alla località La Tabaccaia (13) al km 19.8 (prestare attenzione per la presenza di cani pastore liberi). Si tratta di una proprietà (già deposito di foglie di tabacco e vicina fornace) che versa in stato di abbandono ora utilizzata da pastori.

Si supera su un ponticello il fiume Feccia (ormai prossimo a gettarsi nella Merse) (14) km 20.3 e al km 21.1 (15) si arriva alla strada provinciale 73 bis nei pressi del podere Il Morto. Si gira a sinistra, si supera il ponte sulla Merse e si inizia a salire verso Monticiano. Giunti in prossimità dell'isola ecologica (grande impianto fotovoltaico) (16) al km 22.8 si prende a destra per arrivare a Monticiano attraverso le sterrate tra la Antica Maremmana e il percorso perdonale di rientro da San Galgano (RSMM4) che si incontra al km 23.7 (17).

Si prosegue costeggiando la pista del Tamburo (ippodromo che simula le caratteristiche di piazza del Campo e dunque utilizzato per gli allenamenti del Palio di Siena) km 24.3 (18), si arriva alle scuole e da lì, costeggiando gli impianti sportivi si arriva al centro di Monticiano da dove si era partiti (km 25.4).


La documentazione tecnica in pdfMMTB09 su OutdoorActive


La pagina dell'escursionismo – la pagina con i percorsi per MTB


 

 

 

 

Info su Claudio Cereda

nato a Villasanta (MB)il 8/10/1946 | Monza ITIS Hensemberger luglio 1965 diploma perito elettrotecnico | Milano - Università Studi luglio 1970 laurea in fisica | Sesto San Giovanni ITIS 1971 primo incarico di insegnamento | 1974/1976 Quotidiano dei Lavoratori | Roma - Ordine dei Giornalisti ottobre 1976 esame giornalista professionista | 1977-1987 docente matematica e fisica nei licei | 1982-1992 lavoro nel terziario avanzato (informatica per la P.A.) | 1992-2008 docente di matematica e fisica nei licei (classico e poi scientifico PNI) | Milano - USR 2004-2007 concorso a Dirigente Scolastico | Dal 2008 Dirigente Scolastico ITIS Hensemberger Monza | Dal 2011 Dirigente Scolastico ITS S. Bandini Siena | Dal 1° settembre 2012 in pensione | Da allora si occupa di ambiente e sentieristica a Monticiano e ... continua a scrivere
Questa voce è stata pubblicata in Escursionismo e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


6 + due =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>